Home > Sport e fair play > E’ lo stile Juve, bellezza!

E’ lo stile Juve, bellezza!

Nuova stagione. Vecchia Ladrona. La disciplinare rigetta la richiesta di patteggiamento chiesta dall’allenatore bianconero Antonio Conte. Tre mesi e 200 mila euro d’ammenda: questo era quanto concordato tra la Procura federale e i legali di Antonio Conte, deferito per le omesse denunce relative alle presunte combine delle partite Novara-Siena e AlbinoLeffe-Siena della primavera 2011. La pena è stata ritenuta “non congrua”, scatenando le reazioni della società bianconera e dei soliti, brillanti ultrà.

Anzitutto, una premessa. Abbiamo tutti fresco il ricordo delle parole di Conte (difeso in tutto e per tutto da Agnellino) che, non appena indagato, si dichiarava assolutamente innocente: “Io estraneo a tutto” (Gazzetta dello Sport, 28 maggio 2012), a cui seguiva la cazzata: “Perché non sono stato sentito dal pm di Cremona prima di essere indagato?”. Poi lo stratega juventino se mai ci spiegherà allora cosa abbia chiesto di patteggiare con la Procura Federale: è forse così furbo da concordare la pena per una cosa mai commessa? E’ lo stile Juve, bellezza!

La Disciplinare – quell’infame della Disciplinare – si è poi permessa addirittura di respingere l’istanza di Conte. “Qualunque sia l’esito di questa vicenda, un atto gravissimo nei confronti dell’onorabilità di tutti i soggetti coinvolti: professionisti, manager, tesserati e società”. Ecco la reazione a caldo dal sito della Vecchia Ladrona. Della serie: qualsiasi azione decisa dalla Giustizia sportiva ai danni della nostra gloriosa società, indipendentemente dalle nostre colpe o illeciti, è un atto irresponsabile, gravissimo ed inaccettabile. E’ lo stile Juve, bellezza!

Ma eccoci a loro, ai paladini dei valori sportivi e del calcio pulito. Gli ultrà juventini hanno accolto l’arrivo del Procuratore Palazzi con cori di scherno e frasi quali “giù le mani da Conte”, “buffone” e hanno mostrato uno striscione con scritto “Palazzi uomo di merda” (Gazzetta dello Sport, 1 agosto 2012). I soliti idioti, verrebbe da dire. Come un branco di pecoroni, e pure volgari, come ci hanno ormai abituato, non trovano di meglio che seguire incondizionatamente la linea perversa tracciata dalla società bianconera. E’ lo stile Juve, bellezza!

In giornata è previsto il processo davanti alla Disciplinare, dove si conoscerà la nuova strategia processuale decisa dalla Vecchia Ladrona. Ma ormai abbiam capito come tira il vento. Non hanno più importanza le regole. Non importa se e quando siano stati commessi errori. Chiunque si permetta di ricercare e dimostrare gli illeciti è un nemico da respingere, una persecuzione, un’atto gravissimo, e non importa se il tutto sia svolto da un organo competente, autonomo e creato appositamente per questo. Quanto la possibilità di chiedere scusa poi! Non sia mai. E’ lo stile Juve, bellezza!

Su quei dementi degli ultrà non c’è tanto da prendersela, quanto semmai da compatirli: le loro menti sono talmente malleabili che basta gridare allo scandalo in nome della Juventus che tutti si mobilitano come pecoroni per qualunque battaglia, a prescindere. C’è da prendersela soprattutto con la Vecchia Ladrona, che incentiva una cultura sportiva basata sul sospetto, sull’attacco, sul rifiuto delle proprie responsabilità. Scambiando la Giustizia non per un’autorità super partes, ma per una questione di tifo e di colori. Forse qualcuno pensa che la Juventus debba avere una procedura penale speciale tutta per sè? Sono gli stessi che dicono: E’ lo stile Juve, bellezza!

Valerio

 

Annunci
  1. 4 agosto 2012 alle 21:53

    Seguo il calcio senza essere tifoso di nessuna squadra,ma quando gioca la juventus, evito di seguire le partite. Mi fa troppo schifo

  2. 4 agosto 2012 alle 09:58

    Passa il tempo,passano le ore ma la rube è sempre senza onore

  3. valentina
    4 agosto 2012 alle 09:52

    moggi-giraudo-conte
    3 juventini dop
    la tripletta è servita

  4. jehannot
    3 agosto 2012 alle 11:15

    Oh, questo di clamarcap sì che è un commento interessante sul quale varrebbe la pena di intavolare una discussione. Infatti non se l’è filato nessuno. Troppo difficile, troppo poco fazioso. Meglio continuare a pestarsi a vicenda tra tifosi, possibilmente insultando gratis i dirigenti della squadra avversaria. Una soddisfazione un po’ insipida, d’accordo, ma di meglio proprio non si riesce a fare.

  5. 3 agosto 2012 alle 09:18

    Lo stile Juve è finito dopo la morte del vecchio Agnelli..La nuova dirigenza di oggi critica sempre tutti,si parla sempre di smorzare i toni per un calcio italiano meno stressato,più tranquillo e sereno e poi cosa si sente ? “sistema dittatoriale” o addirittura la maglia “30 sul campo”, ci facciamo deridere da tutto il mondo…Si parla tanto di Conte ma vi state dimenticando che il Siena prenderà probabilmente 6 punti di penalizzazione perchè il Presidente sapeva tutto, i giocatori sapevano tutto e voi pensate che l’allenatore non sapeva nulla ? E’ inutile star qui a discutere con chi non vuol ammettere le colpe solamente perchè è coinvolto il loro allenatore perchè non si parla seriamente,purtroppo la fede accieca ogni ragionamento e il vero problema è questo . Complimenti allo stile Juve che si permette di assegnare la fascia di capitano ad un giocatore falso come Bonucci,dimostrazione di ignoranza pura anche se si chiamano Agnelli .

  6. 2 agosto 2012 alle 18:52

    Beh, se annullano il processo voi avrete sbagliato e conte avrà avuto ragione. non è ancora finita,,,

    • Andrea
      2 agosto 2012 alle 19:03

      è vero ubaldo, però sono queste sparate contro la procura che non ci stanno! oggi Agnelli ha parlato di sistema dittatoriale! una società seria avrebbe detto che era fiduciosa e che avrebbe atteso serena il verdetto invece qua la juve grida allo scandalo e al complotto senza motivo è questo che non va bene!!

      • Domenico Corradini H. Broussard
        2 agosto 2012 alle 19:26

        Credo anch’io che le sparate contro la procura e i giudici e contro ogni procura e ogni giudice non vadano bene nel nostro sistema democratico sulla Costituzione fondato. Le decisioni dei magistrati si possono criticare, ma con argomentazioni pacate e senza sparare.

        Non pochi continuano a sparare sulla procura di Palermo per la vicenda delle intercettazioni delle telefonate di Mancino a Napolitano. E non si può: si rischia il delitto di vilipendio della magistratura, che è un potere autonomo e indipendente dello Stato.

        Sono infine d’accordo con l’illustre Collega Carlo Taormina: il patteggiamento è ammissione di colpa. E solo mi permetto d’aggiungere: (a) a volte il patteggiamento lo si chiede per non sopportare il calvario di un processo, calvario perché da noi i processi hanno spesso una durata irragionevole, nonostante l’art. 111 della Costituzione e le condanne che Strasburgo ha per questo comminato all’Italia; (b) il patteggiamento è di dubbia costituzionalità, perché impedisce che un gudice abbia piena cognizione dei fatti accaduti.

        Ancora grazie per l’ospitalità.

  7. clamarcap
    2 agosto 2012 alle 18:35

    Tutto lascia pensare che anche l’antijuventinismo, come l’antifascismo, un giorno verrà confuso con il suo opposto: impossibile trovare un fondamento concreto alle ragioni di chi parla pro e di chi si batte contro, entrambe le parti usando toni incredibilmente accesi. Il vero problema è che tutto in Italia è tifo: nel calcio come nella politica, nei giornali come nel quotidiano confrontarsi fra concittadini. Noi italiani non ci siamo evoluti socialmente dai tempi delle lotte fra guelfi e ghibellini. Ed è questo, secondo me, il motivo per cui cadiamo regolarmente preda di arruffapopoli e magliari che ci si propongono quali uomini della provvidenza.

  8. 2 agosto 2012 alle 15:30

    Il vero problema è che la maggior parte dei tifosi juventini “ragiona” con la fede calcistica, ogni cosa che esce sulla Juventus la definite una farsa . Provate a ragionare veramente sul perchè Conte è indagato, smettetela di leggere Tuttosport e ragionate, se uno è veramente innocente secondo voi preferisce passare per colpevole e continuare la sua carriera macchiandosi per tutta la vita di quello che ha fatto ? Se cosi fosse allora bisognerebbe ragionare sul Conte come uomo, che Uomo sei se non dimostri la tua innocenza ma dici di essere innocente??? Detto questo il problema su cui riflettere sono le persone che credono che questo caso sia stato creato contro la Juve, se la gente ragiona cosi dobbiamo preoccuparci perchè significa che in Italia c’è tanta tanta gente ignorante perchè qui non c’entra se uno è juventino,milanista,interista o quello che tifa,qui si tratta solo di RAGIONARE su fatti documentati .

    • Domenico Corradini H. Broussard
      2 agosto 2012 alle 18:44

      Tutto è tifo, sono d’accordo.
      Ma il guaio è, se così mi è permesso dire, quando il tifo diventa tifo giudiziario.
      Grazie per l’ospitalità.

      • 2 agosto 2012 alle 18:53

        Caro Domenico,
        Grazie a te! E’ sempre un piacere poter ospitare il parere di persone posate ed intelligenti.

    • Michele
      2 agosto 2012 alle 19:03

      Cioè seriamente mi vedi uno che si informa su tuttosport? Ti sembro uno che quando attaccano la juve inizio a dire che è un complotto? A me sembra che porto dei fatti sui quali non si può ragionare perché sono illogici(ART.23 del Codice di Giustizia Sportiva, 4 mesi a uno che commette illeciti e richiesta di 15 mesi per chi secondo l’accusa ha OMESSO). Adesso io ti dico che c’è un codice che ti dice: nella giustizia sportiva, la quale deve essere velocissima, non abbiamo tempo per le prove, non puoi difenderti. Se qualcuno ti accusa, non è chi ti accusa che deve dimostrare che sei colpevole ma sei tu che devi dimostrare che sei innocente(contro le leggi di questo paese) ma se per caso il PM non ha abbastanza prove per accusarti e tu non hai prove per difenderti allora vi mettete d’accordo su una sanzione lieve e che tu sia innocente o colpevole non me ne frega niente, la chiudiamo qui. Se invece tu vuoi andare avanti sappi che essendo quasi impossibile per qualsiasi persona al mondo dimostrare la propria innocenza senza confrontarsi con l’accusatore, sicuramente sarai condannato. Il PM chiederà 7mesi, patteggiando vanno a 4, se paghi una multa vanno a 3 mesi e 200 mila euro, il giudice non accetta? Ok, il PM ti offre 6-7mesi col patteggiamento. Conte non accetta? Il PM chiede 15 mesi. Se ti sembra un processo serio e non una salumeria a te, io non lo so.
      La Juventus FC ha rilasciato una dichiarazione dove dice che Conte e gli altri non volevano manco il patteggiamente senza colpe, ma gli avvocati conoscendo questo tipo di giustizia lo hanno convinto con una pena lieve. Adesso i fatti documentati sono questi, tu RAGIONAMI senza tifo su questi fatti, le altre sono chiacchiere.

      P.S.
      Noto che molti pensano che noi juventini siamo informati su Tuttosport, ma io dubito che qualcuno di voi abbia letto gli interrogatori del PM di Cremona del 11 gennaio, e poi quelli di Palazzi del 29 febbraio dove Carobbio parla per la prima volta di Conte. Dubito che qualcuno di voi abbia sentito le requisitorie di tutti gli avvocati a Roma e dubito che siate più informati di noi, perché noi parliamo dettagliatamente e invece voi parlate per RAGIONAMENTI su titoli di giornale. Adesso ti do la requisitoria di Chiappero e l’articolo di Mensurati(spero tu sappia cosa significa per i juventini questo nome):
      Luigi Chiappero: “Sono certo che nelle vostre sentenze che avete già reso, con assoluzioni successive per lo stesso fatto, quanto scritto dalla procura federale, sono certo che indipendemente dagli altri patteggiamenti, la causa di Conte e Alessio verrà visitata senza tenere conto di questi aspetti. Due principi sono fondamentali per portare a Torino l’assoluzione di Conte e Alessio. Non è da poco uno contro tutti, magari ha anche ragione lui, ma quando sono venti contro uno, qualche attenzione in più va tenuta in considerazione. Gli atti che mi ha trasmesso il pubblico ministero di Cremona sono atti genuini, che hanno una validità. Voi avete raccolto testimonianze di tutti i giocatori che hanno riferito cosa è avvenuto in quella famosa riunione. Anche Sestu e Larrondo hanno dichiarato le stesse identiche cose che hanno dichiarato gli altri a noi. Nelle vostre sentenze sportive avete copiato male, copiate allora dalla Cassazione, che dice che l’assoluzione non presuppone la certezza dell’innocenza ma la mera incertezza della colpevolezza. Su Novara-Siena, uno che a 20 minuti dalla fine sul 2-2 cambia due punte con due punte, è uno che vuole pareggiare? Questo è il comportamento di uno che vuole vincere, non patteggiare, salvo la volontà di un avvocato che se ha la testa sulle spalle lo consiglia sempre. Ma 3 mesi sì, non 4, non 5, perché io ho una faccia. Carobbio cade su Sestu e Larrondo, perché tenta di istillare in noi il dubbio che qualcosa sia accaduto. Ma cosa dice Larrondo? Che non è vero, non è vero. O è falso o il riscontro è mancato. Ma poi guardacaso, chiama in causa i due che la procura non aveva sentito…”. http://www.lozingaroeloscarafaggio.it/blog/una-giornata-senza-pretese

      Presentami anche i tuoi “fatti” e vediamo chi ha ragione, io sono sempre aperto alle discussioni costruttive, non a quelle offensive a priori.

  9. Carlo
    2 agosto 2012 alle 14:05

    Prima di tutto dichiaro la mia fede per la Roma così da fugare ogni dubbio, ma mi sento di poter intervenire per dovere professionale. Il mio pensiero, che ho più volte espresso in diverse sedi tra cui il Processo di Biscardi, è che il patteggiamento sia purtroppo un atto di ammissione di colpa. Spero pertanto che Conte dia retta più alla testa e al cuore che ai suoi avvocati, non patteggiando. Il Procuratore Capo dell’Ufficio Indagini per omessa denuncia chiede un anno; se l’allenatore della Juventus vuole uscirne pulito tra burocrazia, processi e rinvii rischia di superare l’anno di inattività. Allora pensa al patteggiamento, la scorciatoia dei pocessi del terzo millennio dove, alla fine, non si capisce mai se patteggi perché sai di avere la coscienza sporca o perché non ti fidi di chi ti giudica e allora preferisci accorciare i tempi. Ad Antonio Conte do un consiglio, per il bene suo ma soprattutto per il bene di milioni di tifosi che rappresenta: meglio un anno in tribuna che una vita con l’etichetta dell’allenatore che va nello spogliatoio e dice ai suoi ragazzi di giocare per un risultato già concordato a tavolino. Conte dimostri a tutti che la sua lunghissima carriera non ha macchie, nessun patteggiamento a costo di saltare tutto il campionato e tutta la Champions League. Per il bene della verità e dei tifosi.

    Con rispetto per tutti
    Prof. Avv. Carlo Taormina
    Università di Roma

  10. efisio
    2 agosto 2012 alle 13:37

    …represso antijuventino

  11. vito
    2 agosto 2012 alle 13:36

    E’ tornata la JUVE….quando comincia a vincere tutto è buono per fermarla….più forti di tutti e tutto..

  12. Michele
    2 agosto 2012 alle 13:34

    ART. 23 Applicazione di sanzioni su richiesta delle parti.
    I soggetti di cui all’art. 1 comma 1 possono accordarsi con la Procura federale, prima che termini la fase dibattimentale di primo grado, per chiedere all’organo giudicante l’applicazione di una sanzione ridotta, indicandone le specie e la misura. L’organo giudicante, se ritiene corretta la qualificazione dei fatti come formulata dalle parti e congrua la sanzione indicata, ne dispone l’applicazione con ordinanza non impugnabile, che chiude il procedimento. L’applicazione di sanzioni su richiesta delle parti è esclusa nei casi di recidiva e nei casi di cui all’art. 7 comma 6, e non può essere concessa per più di una volta nel corso della stessa stagione sportiva.
    art. 23 : vado dal procuratore e dico:” non ho fatto nulla, queste sono le prove, il procuratore valuta, dice che chiederà cmq un tot di mesi, tu dici che vabbè, me ne sto a casa solo 3 e finisce qui, lui accetta e si presenta l’accordo al giudice. Poi nel caso di Conte il giudice non accetta, e allora tu dici: vabbé ho 23 testimoni pronti a dirti che sono innocente e il giudice risponde: no, qui non funziona cosi, adesso dimostrami che non sei una “strega”. La difesa capisce che il giudice ha già deciso e allora seconda la decisione del 1992 della Corte Costituzionale chiede la ricusizione e il giudice dice: no, sono oggettivo(ma va) e poi qui non siamo nel penale! Cioè sto giudice è sopra la corte costituzionale, sopra la costituzione ma fa niente, si tratta di juventini, loro non sanno informarsi, perciò andiamo a sputtanarli con menzogne sui giornali facendo fantascentifiche allusioni sul patteggiamento sportivo= colpevole(l’art.24 non il 23) e ci riempiamo la bocca di stronzate, tanto chi controlla?

    I dementi a volte sono quelli accecati dalla tifoseria, e peggio di quelli ci sono solo i dementi accecati dalla tifoseria anti”qualcosa”, perché in questo modo si ergono a migliori quando invece sono solo cialtroni. La prossima volta prima di parlare di stile vai a studiare cosi capisci, non usare la tua logica, perché come vedi c’entra con la realtà come il papa col sesso. E’ cosi difficile? E’ l’unica cosa che chiediamo agli antijuventini: studiate, informatevi, leggete TUTTO non solo quello che vi pare… alla prossima cialtrone.

    • 2 agosto 2012 alle 14:14

      Caro Michele,
      Grazie per l’intervento. Anzitutto ero (purtroppo) juventino fino a calciopoli; dopodichè ho capito la vera indole dello “stile Juve”. Quindi spiace deluderti, ma nel caso del sottoscritto non si parla di “anti-juventino” a prescindere (come invece sembra essere per i tifosi o presunti tali). I fatti (accertati) mi hanno fatto cambiare idea. Ancora oggi la società bianconera nega tutto sulla Triade, su Moggi, sugli arbitri. Si ritiene vittima, come se lo scandalo di calciopoli non fosse mai avvenuto! Poveri noi.

      Per quanto riguarda questa vicenda: stai forse dicendo che anche il nuovo scandalo scommesse non ci sia mai stato? Conte è innocente a prescindere, come ha detto Agnelli? E’ lecito insultare a gridare allo scandalo prima ancora di sapere l’esito delle indagini? Più in generale, la Juve, nonostante tutti gli scandali che l’hanno coinvolta, mi stai dicendo che è sempre stata pulita, trasparente e innocente? Le intercettazioni, le testimonianze, i documenti su cui lavorano le Procure, sono sempre e solo aria fritta? C’è stata una volta in cui la Società si è assunta le proprie responsabilità? E’ tutto sempre un gigantesco complotto? Quel che esce dalle Procure sono sempre alto tradimento, cospirazione ed indagini eversive?

      Purtroppo la tendenza generale tutta italiana è questa, come è successo per il caso Doni, nel quale tutti gli atalantini si sono mobilitati in massa in sua difesa, a prescindere. Ma se è questa la cultura sportiva che vogliamo nel nostro disgraziato ed indecente mondo del pallone, si vede che è quello che ci meritiamo. Vuol dire che il Berlusconismo è ormai radicato in tutte le istituzioni italiane. Suum cuique tribuere.

      (Val, il tuo cialtrone preferito)

      • Michele
        2 agosto 2012 alle 15:07

        Questa moda del definirsi un “ex” vedi Travaglio(rispettabilissimo giornalista politico, ma conosce poco di calcio e di medio-oriente), o del presunto ex-musulmano Magdi Cristiano Allam sta diventando virale. Mi ergo a obbiettivo perché sono un ex… magari fosse cosi ma sappiamo benissimo che i peggiori critici sono gli “ex”. Perciò per me lei non ha credibilità… ma se parliamo per fatti siamo tutti qui a portare qualcosa, lei una parte e io che cerco di portarli TUTTI
        Adesso io le posto l’ART(ridicolo) della giustizia sportiva che contro ogni forma di logica da una via per chiudere al più presto un processo dove non ti puoi difendere, innocente o colpevole non interessa più a nessuno e lei, che sicuramente lo conosceva prima di me, continua con patteggiamento art23=colpevolezza. Per me non si dovrebbe andare al patteggiamento, io voglio un processo VERO(e si fidi molti ATTUALI informatissimi juventini lo vogliono) ma ci mettiamo tutti d’accordo che questo tutto è tranne un processo vero o no?(4 mesi a carobbio sono uno schiaffo all’onestà) Se lei avesse premesso che ieri è stato chiesto di presentare 23 testimoni a favore e il giudice non ha accettato perché cosi funziona la GS è un altro schiaffo alla verità o no? Qui Palazzi non deve dimostrare che sei colpevole ma tu devi trovare prove(non testimoni) che sei innocente contro la parola di un truffatore che per dire il tuo nome ha preso 4 mesi. Altro schiaffo… Visto che i giudici non ritengono congruo il patteggiamento significa che in qualche maniera non sono più obbiettivi, lo dice una decisione della corte costituzionale, ma loro(e chi altro sennò) dicono che va bene cosi. Qui siamo a un pugno in faccia alla verità, se la costituzione sta lì per essere usata quando ci pare, allora basta che ce lo dicano.
        Poi, il fatto che ci sono troppe chiacchiere intorno alla juve per far pensare impossibile che non ci sia qualcosa, sono chiacchiere da bar, non fatti. Io mi aspetto di parlare di fatti, quando mi presenti fumo non so come argomentare, che ti dico, mi invento fumo anche io per controbattere? In Italia se hai successo, non è mai merito tuo, per tutti gli avversari in qualche modo avrai fatto qualcosa, ma non perché sanno qualcosa, basta il fatto che tu vinci.Io, diversamente da lei sono diventato se fosse stato possibile ancora più juventino ascoltando una intercettazione di Carraro e Bergamo: Bergamo: Eh stasera giocano senza Trezeguet e senza Del Piero, cioè questi hanno fatto questo campionato senza il centravanti titolare
        Carraro: Te rendi conto? E stanno a 15 punti dalle papabili… Ma quelli son bravi, son bravi.

        E allora di cosa parliamo? Di “si dice”, “si parla”? Se portasserò prove che Conte ha truccato una partita(l’accusa di Carrobbio è questa, ti sei chiesto perché è stata derubricata in omessa denuncia?) io non lo voglio alla Juve, non me ne frega niente se rimane nel calcio. Ma se le tue prove sono un truffatore che al PM Di Martino non dice niente e invece gli arriva la memoria da Palazzi, il quale per dare più credebilità alla sua azione se ne esce con: Qui patteggiano tutti perciò è tutto vero(sapendo benissimo che è impossbilie difenderti) allora siamo a cavallo. E’ come se ti arrestassero con 50 persone e se loro patteggiano tutti il PM è sicuro che anche tu sei colpevole, siamo veramente a questa giustizia in Italia? Poi sul cialtrone era solo la risposta di noi che eravamo la ieri, e visto che ci dipinge malamente senza sapere mi scusi se la definisco una persona approssimativa per il suo articolo volgare che offende la verità e la realtà dei fatti. Quando qualcuno avrà intenzione di parlare con fatti e non offese troverà sempre un juventino ATTUALE pronto a ribattere con educazione. Spero seriamente che lei non ritorni più a essere juventino, abbiamo bisogno di persone con il tifo per la Juve non per le menzogne! Saluti

  13. Domenico Corradini H. Broussard
    2 agosto 2012 alle 13:12

    Vorrei permettimi di dire:
    [1.] che il compito della difesa legale è sempre quello di difendere a ogni coso;
    [2.] che a volte si chiede il patteggiamento anche da innocenti o presunti tali, in modo da porre fine allo stress che di solito deriva da un procedimento che si subisce.
    Con rispetto per tutti.
    Prof. Avv. Domenico Corradini H. Brouissard
    Università di Pisa.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: